menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Cronache del #MasterModaEidos | Weekend 6: Il bello della vita è sorprendersi!

Sesto appuntamento con il Master in Comunicazione e Giornalismo di Moda di Eidos Communication. In aula con le nostre allieve c'erano il fotografo di moda Antonio Barrella, la Stylist Lucia de Grimani e Antonio Mancinelli, Caporedattore di Marie Claire. Ma non solo, c'era anche una nuova tutor! Come sarà andata?

 

Settembre. Il cielo stellato e l’incanto di una serata estiva. Roma e le sue luci. Poche ore e ed è già mattina.


Da quando sono tornata da New York osservo il mondo, persone cose e fatti, in maniera diversa.

 

I sogni forse cambiano sfumature con il tempo perché piano piano capiamo quale direzione prendere e come modificarla per arrivare ad un obiettivo. E per me è cominciato proprio tutto da qua, dal Master in Comunicazione e Giornalismo di Moda di Eidos Communication, due anni fa, e l’emozione è la stessa del primo giorno di scuola perché non sai cosa ti aspetta ma la curiosità di scoprirlo accresce l’entusiasmo.

 

Il sole è già caldo alle 8:00 del mattino, lo vedo da come i raggi entrano prepotenti dalla finestra. I Fori Imperiali splendono dal Colosseo a Piazza Venezia e la luce si insinua fino ai vicoli e alle piazze più piccole. Piazza Campitelli e Piazza Margana sono oasi nascoste dove tutto si ferma in un silenzio quasi surreale. Ed è piacevole ascoltare i suoni e rumori che si possono udire tra gli edifici.

 

Non conoscevo ancora i loro volti ma non potevo sbagliarmi. Un gruppo di voci femminili, sorridenti, carismatiche si riuniva di fronte l’ingresso di un palazzo, al civico 2. Avevano battuto anche il mio anticipo (più impossibile che raro) sull’orario di inizio della lezione. Faccio un tentativo, sorrido e mi presento. «Master Moda Eidos? Ciao! Sono Federica Lozzi, buongiorno!». La risposta è affermativa. Tutte pronte per un sabato all’insegna della fotografia e del meraviglioso connubio che crea con la moda.

 

Ecco il Maestro Antonio Barrella che conosco da tempo come fotografo e prima ancora come grande artista. Con quell’appeal alla Salvador Dalì e quella serietà affabile che non può non catturare nel corso dei suoi racconti. Le top model tra le più celebri, i fotografi che hanno segnato la storia, i gioielli tra i più preziosi al mondo e i binomi tra creativi di successo.

 

Mastro Barrella ha incantato le allieve in aula con parole e immagini. Solare ed elegante, Lucia De Grimani è parte integrante di ogni racconto del Maestro. Con i suoi occhi di ghiaccio osserva e studia la storia da raccontare in un solo scatto attraverso un movimento, un abito, un accessorio. Fotografo e stylist si confermano una coppia inscindibile per la buona riuscita di un servizio fotografico.

 

E cosa succederebbe se decidessero che, al loro posto, dovranno lavorare giovani studentesse con un talento, una vocazione e una passione indiscussi per il mondo della moda? Lo scopriremo nei prossimi weekend di lezione, quando saranno proprio le allieve del Master in Comunicazione e Giornalismo di Moda a doversi cimentare in prima persona con l'organizzazione e la realizzazione di un servizio fotografico di moda.

 

La giornata volge al termine e l’appuntamento con il duo Barrella-De Grimani è fissato tra qualche settimana. Abiti, modelle, make up artist ed hair stylist. Il primo shooting, per molte di noi, è in arrivo. Ho visto alcuni occhi brillare e tanti sguardi attenti. La curiosità di conoscere i risultati è tanta e ho fiducia nell’impegno di ogni ragazza.

 

Aperitivo, mostra, qualche consiglio su cosa fare in città? No, un momento! In qualità di Tutor dovrei consigliare loro di andare a riposare e prepararsi al giorno successivo… Ma lancio comunque la proposta di “svago” perché ogni amante dell’arte, e quindi della moda, della fotografia, della scrittura, della musica, deve crescere osservando i cambiamenti che avvengono in ogni istante. E il giorno seguente ne ho la conferma.

 

«Il primo consiglio che do ai miei stagisti quando iniziano al mio fianco è: informatevi riguardo tutto ciò che accade nel mondo. Approfondite qualsiasi aspetto dall’attualità alla politica al cinema ma senza scendere nel dettaglio moda»

 

Il secondo giorno squilla il telefono alle ore 9:00 del mattino, il Caporedattore di Marie Claire Antonio Mancinelli era già in Piazza Campitelli ed entrambi avevamo lo stesso desiderio. Entrare in aula ma solo dopo un caffè! Perché occuparsi di moda in modo serio significa essere sempre connessi con il mondo.

 

Inizia così una conversazione affascinante in una domenica di fine estate.

 

«Questa non è una lezione e mi aspetto che mi facciate molte domande anche "cattive", perché è proprio dallo scambio di idee e di informazioni che nasce la conoscenza. Non credo nel sapere infuso da uno scranno. Il mio compito è quello di suscitare una curiosità»

 

Come nasce un giornale di moda? Una domenica con Prof. Mancinelli e Marie Claire ed è tutto più chiaro.

 

Il lavoro del giornalista di moda cambia in continuazione, gli stilisti, oggi “fashion director”, progettano mondi di riferimento, la ricerca è sempre più forte e la comunicazione sempre più visiva.

 

Social Network, app, blogger, influencer. Nuovi ispiratori e motori creativi che interpretano e veicolano la contemporaneità. Le collezioni, il lavoro di grandi stilisti e la necessità di essere sempre in movimento. E infine lo studio dei giovani di oggi, il nostro "domani”.

 

Gli occhi sono puntati proprio su di noi, i più ricchi del mondo perché siamo in possesso delle nuove idee. E vedere l’eleganza e la poesia in ogni cosa è un lavoro meraviglioso.

 

Perché il bello della vita è sorprendersi!


 

Tra arte e moda, tra pittura e scrittura, tra il reale e il digitale. Classe 1989, Scorpione. Romana di origini marchigiane e angloamericana d'azione. Una passione sconfinata per New York e un grande amore per Roma. Sognava di diventare stilista sin da piccola ma ha scelto di specializzarsi nella comunicazione piuttosto che nel design, ambito che coltiva ancora da autodidatta tra disegno, illustrazione e pittura. Studi classici e tanta curiosità di approfondire, laureata con una tesi in Economia e gestione delle Imprese e "masterizzata" in Comunicazione e giornalismo di moda, esperienze lavorative nel campo del retail e poi nell'ufficio stampa di una delle storiche maison romane di alta moda. Oggi comunicatrice e digital pr free lance. Ex ballerina, amante del cinema e del teatro che ha coltivato studiando recitazione, metodo davvero importante per gli specialisti della comunicazione sia per il dialogo sia per lo standing. È nel campo degli eventi sin dalla maggiore età occupandosi di diversi ambiti dalla selezione delle risorse umane, alla gestione anche a lungo termine della location fino alla comunicazione e strategia on line e off line. Mettere in contatto professionisti di settore e studiare i nuovi impulsi e le nuove idee. Promuovere nuovi talenti indagando tra ultime tendenze e potenziali progetti. Osservare, scrivere, condividere, parlare sorridere con coraggio ed entusiasmo nel lavoro e nella vita!


Non perderti neanche un weekend del Master in Comunicazione e Giornalismo di Moda